15 Novembre,cortei studenteschi in tutta Italia

Scritto dasu 15 Novembre 2013

studaut  Nel solco delle mobilitazioni che hanno accompagnato e seguito l’importante data del 19 Ottobre, all’interno di un processo di generalizzazione delle lotte contro precarietà e austerità, continuano le lotte anche nel mondo della formazione, a partire dagli studenti medi. A Torino il corteo partito da piazza arbarello conta di un grande numero di studenti e studentesse che si è diretto verso il palazzo della Provincia. Una volta raggiunta la sede, si sono verificate violenti cariche da parte della polizia, provocando alcuni feriti. Durante il corteo, sanzionata una sede dei Monte dei Paschi.

 

 

Scontri a Bologna, con il corteo caricato nelle vicinanze della Provincia per più volte. L’obiettivo del corteo era proprio quello di entrare nella sede di via Zamboni per protestare contro i tagli occorsi nei confronti di diverse componenti del diritto allo studio. Ben tre cariche da parte delle forze dell’ordine hanno cercato di intimidire i manifestanti, che rimangono compatti e resistono alle provocazioni poliziesche; ci sarebbero dei feriti, mentre un ragazzo fermato durante le cariche è stato immediatamente rilasciato.

 

Gli studenti medi di Roma, con numeri stimati in circa 3.000 persone, manifestano con gli studenti universitari dopo l’azione comunicativa in Sapienza. A Napoli la protesta studentesca oltre ai temi dell’aziendalizzazione della scuola parla già il linguaggio e gli slogan del corteo contro il biocidio che sfilerà domani per le vie del capoluogo campano. A Pisa invece lo striscione d’apertura recita “RIprendiamoci il reddito a partire dalle scuole!” e ha girato per il centro cittadino compiendo azioni contro il caro-trasporti e contro la Provincia locale a causa dei tagli all’edilizia scolastica.

In decine di migliaia a Palermo hanno bloccato il traffico delle vie del centro cittadino e hanno occupato assessorato regionale del territorio e ambiente. Cariche anche nel capoluogo della sicilia. In piazza bandiere No Muos e diversi slogan che comunicano alla città le recenti lotte dei senza casa di via Calvi; intanto gli universitari dell’UniPa occupano uno spazio abbandoanto su Viale delle Scienze per trasformarlo in una biblioteca autogestita.

Ultim’ora da Napoli, il numeroso corteo degli studenti medi ed universitari è stato brutalmente attaccato dalla polizia sotto l’assesorato regionale alle politiche ambientali, dove il corteo voleva concludersi rilanciando il corteo di domani in difesa del territorio e contro il biocidio della Campania. Cariche e inseguimenti fin dentro l’Università, si parla di fermi e feriti


Continua a leggere

Radio Blackout 105.25

One station against the nation

Current track
TITLE
ARTIST