Il procuratore generale sosterrà l’accusa di terrorismo nell’appello per il compressore

Scritto dasu 15 Settembre 2015

L’ultima zampata della Procura di Torino contro i No Tav arriva dal Procuratore Generale Marcello Maddalena, che annuncia che il 15 ottobre, data d’inizio del processo d’appello per Chiara, Claudio, Mattia e Nicolò, sarà in aula per sostenere le ragioni dell’accusa. Un’accusa pesantissima, attentato con finalità di terrorismo. Nonostante la sentenza di primo grado, pur condannando i quattro No Tav a tre anni e mezzo per utilizzo di armi da guerra e resistenza, abbia ritenuto incongrua l’accusa di terrorismo, la Procura di Torino non molla la presa. Il procuratore generale ha la competenza per i giudizi d’appello, ma è raro che scenda in campo direttamente. Si tratta quindi di una scelta pesante, che esprime la volontà chiara di sparare tutte le cartucce per ottenere una condanna per terrorismo, più volte negata dalla Cassazione e dal tribunale del riesame. Agli altri tre attivisti No Tav, Francesco, Graziano e Lucio, arrestati per la medesima azione di lotta, non è stata contestata l’accusa di terrorismo, dopo l’ennesima bocciatura del Riesame.
Maddalena è sull’orlo della pensione: con questo processo non si gioca la carriera, ma rischia, se sconfitto, di non chiudere in bellezza. Giancarlo Caselli, procuratore capo a Torino quando venne formulata l’accusa di terrorismo, non osò tanto. Anzi. Dopo gli attacchi ricevuti da esponenti da illustri magistrati ed esponenti della cultura, dopo le decine di contestazioni subite ovunque in Italia, decise frettolosamente di ritirarsi, anticipando di alcuni mesi le proprie dimissioni. Armando Spataro, il suo successore, ha adottato una linea dura ma molto prudente, arrivando a sciogliere il pool No Tav.
Difficile pronosticare se la discesa in campo di Maddalena potrà modificare il giudizio della corte d’assise, maè possibile che abbia un peso in tribunale. Sui media la partita è già in pieno svolgimento.

Ne abbiamo parlato con Eugenio Losco, uno degli avvocati che difendono Chiara, Claudio, Mattia e Nicolò.

Ascolta la diretta:

2015-09-15-losco-maddalena


Current track
TITLE
ARTIST