Solidarietà senza frontiere: Suruc, Milano, Trieste

Scritto dasu 15 Settembre 2015

Secondo giorno di Carovana Internazionale per l’apertura di un canale umanitario verso Kobane. La delegazione internazionale ha incontrato la municipalità di Suruc, il co-presidente del cantone di Kobane, la rappresentante delle donne di Kobane e il comitato di gestione della crisi.

Intanto gli attacchi contro la popolazione curda continuano e ieri è stato oscurato il giornale curdo Cumhuriyet dopo che il quotidiano Nokta è stato sequestrato e il suo direttore inquisito con accuse gravissime per il fotomontaggio su Erdogan mandato in edicola dalla rivista. Il sindaco di Diyarbakir, città considerata la capitale del Kurdistan turco, è stato preso in custodia dalle forze di polizia, mentre a Cizre è da poco stato ritirato il coprifuoco ma la situazione resta tesa.

I portavoce della rete di solidarietà con il Kurdistan parlano ormai apertamente di un “nuovo 1992”, alludendo con questo all’anno della più massiccia offensiva militare dello stato turco contro la popolazione del Kurdistan. Se infatti a Cizre il coprifuoco è stato revocato , lo stesso non è successo a Silvan e nello stesso distretto di Diyarbakir.

Sembra sempre più chiaro che Erdogan stia combattendo sulla pelle del popolo kurdo la campagna elettorale per assicurarsi un Parlamento turco prono ai suoi desiderata. Conta, infatti, con questa offensiva di aumentare i voti presso l’opinione pubblica nazionalista e di legare strettamente a sé il Mhp, partito di estrema destra espressione del gruppo terroristico Lupi grigi. D’altronde in questi giorni molte sedi dell’Hdp, partito di sinistra con stretti legami con la popolazione del Kurdistan turco sono state attaccate dai militanti dell’Mhp con la connivenza della polizia.

Oggi la Carovana Internazionale cercherà di raggiungere Diyarbakir e Surluc dove l’esercito turco sta impedendo ogni manifestazione di solidarietà con le città investite dalla violenza dello stato. Non è chiaro se gli attivisti riusciranno a raggiungere queste mete o verranno fermati a forza dai militari.

Ascolta la diretta con Luigi da Suruc:

2015 09 15 luigi suruc

Intanto ieri si è tenuta a Milano una manifestazione di solidarietà con il popolo kurdo e di appoggio al tentativo di risoluzione della questione nei termini del confederalismo democratico al di là delle frontiere e degli stati. La manifestazione di Milano, in particolare si è tenuta contro l’annunciata visita del presidente turco Erdogan all’Expo e contro la promozione all’interno della stessa fiera della settimana della Turchia.

Ascolta la diretta con Massimo:

2015-09-15-massimo-corteoMi-noerdogan

Sabato era stata la volta di Trieste, dove un corteo regionale, indetto dalle realtà libertarie della regione, ha raccolto l’adesione della comunità kurda e di altre forze solidali sul territorio.

Ascolta la diretta con Federico:

2015-09-15-federicots

Aggiornamento
La manifestazione internazionale alla frontiera è stata bloccata dalla polizia turca, che ha minacciato di chiudere definitivamente il valico.


Current track
TITLE
ARTIST