Sabato 27/2 – Padova: la lotta per la casa non si arresta!

Scritto dasu 26 Febbraio 2016

La mattina di giovedì 18 febbraio sono state eseguite dalla Questura di Padova perquisizioni abitative e corporali tra Padova, Schio (Vi) e Cagliari nei confronti di 11 compagni del Comitato di Lotta per la Casa, attivi anche nella radio web RadiAzione e all’interno dell’Associazione culturale N. Pasian.

Ragione di tanto dispendio poliziesco, un’indagine che ha formulato il reato di “associazione a delinquere” per l’occupazione di abitazioni sfitte (alfine di renderle vivibili da persone rimaste senza casa) e per aver impedito una 40ina di sfratti in città. A tanto si arriva, nella città veneta, per difendere la proprietà privata (e gli interessi immobiliari).

Le perquisizioni si sono quindi tramutate in 11 misure cautelari tra cui: 4 arresti domiciliari, 2 divieti di dimora e 5 obblighi di firma. Come se non bastasse è stata pure sigillata con un portone di metallo la sede di Piazza Toselli, storico punto di riferimento a Padova e in particolare del quartiere, in cui si sono sempre svolte le attività dello sportello antisfratto del Comitato di Lotta per la Casa, dell’Asd Quadrato Meticcio, del doposcuola, dell’associazione N. Pasian, della Boxe Popolare Chinatown, della biblioteca del Centro di Documentazione C. Giacca e della web radio RadiAzione (a cui è stata requisita tutta la strumentazione).

Dopo l’immediata solidarietà che si è fatta sentire da tutta Italia, un’assemblea cittadina ha indetto per questo sabato una manifestazione per le h 16 a partire dalla piazzetta Caduti della Resistenza.

Con Frenk, di RadiAzione abbiamo fatto qualche considerazione sulla centralità della lotta per la casa e sulla volontà politica che sta dietro a questo tipo di azioni repressive.

lottacasapadova


Current track
TITLE
ARTIST