Open the borders! La lotta dei migranti a Ventimiglia

Scritto dasu 4 Luglio 2016

openbordersUn aggiornamento da Ventimiglia, dove sabato centinaia di migranti sono partiti in corteo verso la frontiera, in risposta determinata ad una manifestazione della Lega Nord e alle sue ormai consuete provocazioni,  fronteggiando poi tutta la notte il blocco della polizia. Nella mattinata di ieri hanno ricominciato la propria protesta, tra battiture e slogan, finchè la polizia non ha caricato i ragazzi che non sono voluti rientrare nella chiesa in cui sono ospitati.  Molti di loro sono già stati allontanati diverse volte dalla città, per farvi sempre ritorno, dimostrando grande determinazione nel ribadire che la questione è politica- un regime frontaliero, uno spazio di rastrellamenti e discriminazioni- e non assistenziale. La compagna di Ventimiglia ribadisce la mendacità del tentativo di “mediazione” del sindaco di Ventimiglia, che in realtà non mediava nulla nè intendeva recepire alcuna proposta da parte dei ragazzi ma solo ribadire lo stato delle cose come ineluttabile necessità. Le ultime notizie davano svariati pulman già pronti per nuove deportazioni…Infine, ci pare importante sottiolineare, con la compagna l’assoluta autonomia e autogestione della lotta da parte dei migranti, alla faccia delle organizzazioni come Caritas che rivendicano invece un ruolo da protagonisti nella “gestione” della protesta.

Ascolta la diretta con la compagna di Ventimiglia:

Unknown

Contrassegnato come:

Current track
TITLE
ARTIST