Roma Non Si Vende: per gli spazi sociali e contro il debito illegittimo

Scritto dasu 8 Maggio 2017

Stamattina abbiamo intervistato Paolo del Forum Acqua Pubblica di Roma, aderente alla rete cittadina Decide Roma promotrice del corteo di sabato 6 maggio, che ha visto migliaia di persone scendere in strada nella capitale per l’uso civico degli spazi, i servizi sociali, la rinegoziazione del debito della città e altre vertenze.

Il corteo è stato aperto dalla comunità senegalese, dopo la morte del venditore ambulante Nian Maguette durante un controllo di polizia nel centro storico. Per i poteri forti il degrado non è rappresentato dalla povertà e dalle disuguaglianze ma dai poveri in carne e ossa, soprattutto se girano per le vie riservate a turisti e ricchi.

Paolo ha anche spiegato a grandi linee come funziona la rete Decide Roma. Le principali vertenze aperte con l’amministrazione sono la rinegoziazione del debito e l’approvazione di un regolamento per l’uso civico degli spazi, ispirato alla “delibera Filangieri” di Napoli:

Unknown


Current track
TITLE
ARTIST