Cosa sta accadendo in Nicaragua?

Written by on 23 aprile 2018

Andrea, documentarista indipendente torinese, è stato arrestato e poi espulso dal Nicaragua mentre documentava l’enorme incendio ha distrutto almeno 5 mila ettari di foresta tropicale all’interno della riserva biologica Indio Maíz, nel sud-est del Paese, non lontano dalla frontiera con la Costa Rica. Proprio attraverso la riserva dovrebbe passare il futuro canale progettato per congiungere i due oceani. La mega-realizzazione, progettata dai cinesi e appoggiata dal Governo, incontra l’opposizione delle popolazioni locali. Il vescovo ausiliare di Managua, Silvio José Báez, ha invitato a “salvare la parte di foresta che è rimasta” dalla “rapina capitalista” e ha giudicato “scandaloso” il ritardo delle autorità nel dichiarare lo stato di emergenza.

Questo disastro ecologico ha suscitato proteste popolari in varie città, intrecciandosi con l’opposizione alla riforma pensionistica annunciata dal presidente Ortega. Gli scontri di piazza hanno causato decine di morti negli ultimi giorni, e una parte consistente del popolo non si riconosce più nella politica del governo ex sandinista.

Ieri sera Ortega ha annunciato in TV la sospensione della riforma, aggiungendo che i dimostranti – gran parte dei quali sono studenti universitari – vengono manipolati da interessi politici dell’opposizione e infiltrati da gruppi criminali.

Ascolta l’intervista realizzata stamattina con Andrea:

Unknown

 

 


Current track
TITLE
ARTIST