Una nuova Nato? Conflitti locali e geopolitica globale nei nuovi scontri in Libia

Scritto dasu 11 Aprile 2019

Negli ultimi giorni, la situazione in Libia pare essere di nuovo precipitata, con le truppe del generale Haftar (cittadino americano da vent’anni) in marcia verso Tripoli per spodestare Fayez Al-Sarray, il primo ministro del paese riconosciuto dagli Stati della Nato il 17 dicembre 2015.

Il riaccendersi della guerra nel paese nordafricano evidenzia l’attuale debolezza dell’alleanza atlantica davanti al caos provocato dagli ultimi sette anni di instabilità e violenza, ma apre anche a nuove mosse sullo scacchiere geopolitico globale. Quante “Nato” ci sono in questo momento, grazie anche alle ambiguità americane e ai mutati rapporti degli States con la Turchia, dopo l’avvicinamento di Ankara a Mosca?

Ne abbiamo parlato con Alberto Negri, storico corrispondente estero del Sole 24 Ore e oggi giornalista/editorialista sul Manifesto:


Current track
TITLE
ARTIST