La scuola nel monitor

Scritto dasu 7 Aprile 2020

Lezioni a distanza, esami al monitor, maturità ridefinita. Il decreto approvato ieri dal Consiglio dei ministri, e illustrato dal ministro dell’istruzione Azzolina, ripropone uno schema che sancisce non solo la separazione dei corpi, ma introduce, inevitabilmente, il digital divide anche tra i banchi della scuola virtuale.
In pratica cosa accadrà? Chi non ha computer, programmi, competenze e soldi riuscirà a passare indenne la boa degli esami? O non riuscirà neppure a darli? Di certo la cesura di classe, anche in questo caso, pesa come un macigno sui più poveri.
Ne abbiamo parlato con un’insegnante, Patrizia Nesti

Ascolta la diretta:


Current track
TITLE
ARTIST