Stati Uniti. Dalla rivolta razziale alla rivolta sovversiva

Scritto dasu 23 Giugno 2020

Forti segni di discontinuità con le rivolte che periodicamente scuotono gli Stati Uniti sono emersi nelle intense settimane di lotta dopo l’assassinio di George Floyd.

Nelle rivolte di Los Angeles del 1992 una delle modalità della protesta seguita alla mancata condanna dei poliziotti che malmenarono Rodney King fu l’attacco al bianco. Nelle manifestazioni in atto a Los Angeles in questi giorni le proteste non si svolgono più nel South Central come nel 1992 ma arrivano a prendersi il Sunset Boulevard e nel tragitto raccolgono persone bianche.
È chiaro a molti ormai che la questione non è l’opposizione tra bianchi e neri, anche perché non è servito, mettere persone nere
o non bianche nei posti di potere. Bisogna ribaltare il sistema, urlano le piazze oggi. Provano a farlo costruendo nuove coalizioni interrazziali, intersezionali e intergenerazionali.
Due aspetti quindi, molto legati, nuovi o in netta evoluzione: la presenza di sempre più bianchi in piazza, tantissimi, pronti anche ad azioni radicali, e l’impressione che questa protesta riguardi non solo una parte della popolazione statunitense.
Altro elemento interessante è la capacità di questa lotta di allargarsi in tutti gli States, arrivando a contaminare la stessa Europa.
La volontà di dare senso materiale e simbolico alla rivolta contro una società dove le violenze della polizia contro i non bianchi hanno carattere sistematico, si estrinseca anche nella distruzione dei retaggi coloniali e schiavisti di marmo, bronzo, pietra.

La violenza della polizia si interseca con la violenza di un sistema sociale, che nega il diritto alla vita dei gruppi umani razzializzati, che, non avendo accesso né alla prevenzione, né alla cure, sono tra le principali vittime di una pandemia, che negli States non accenna ancora a diminuire.

A Seattle è nata anche una zona autonoma, dove la polizia non entra e lo spazio fisico e sociale, viene autogestito, che dura al di là dell’esaurirsi delle proteste per la morte di Floyd.

Ne abbiamo parlato con Luca Peretti, autore, con Alessandro Pes, di “Verso una nuova coalizione, Note sulla rivolta al razzismo negli Stati Uniti”, uscito su DinamoPress <https://www.dinamopress.it/news/verso-nuova-coalizione-note-sulla-rivolta-razzismo-negli-stati-uniti/>

Ascolta la diretta:

 


Continua a leggere

Current track
TITLE
ARTIST