Continua la lotta alla Indesit di None

Scritto dasu 6 Giugno 2012

La Indesit ha prima annunciato di voler chiudere la fabbrica di None, poi ha chiesto ai 400 dipendenti di produrre lavastoviglie anche di venerdì, dopo due anni di cassa integrazione a rotazione che prevedeva di lavorare soltanto da lunedì a giovedì. Una provocazione, secondo le tute blu torinesi. Che hanno reagito inasprendo la lotta: nessuno lavorerà di venerdì, neppure i 60 impiegati. Una forma di protesta iniziata già venerdì scorso, con un blocco dei cancelli.
Insomma, la lotta prosegue. Anche perché il 13 luglio si avvicina: quel giorno scadrà l’accordo sulla cassa integrazione e dunque potrebbe scattare la mobilità per tutti. Il condizionale però è d’obbligo, perché a oggi non risulta che la famiglia Merloni, proprietaria della fabbrica, abbia avviato alcuna procedura ufficiale per andare avanti con i licenziamenti. Intanto si prepara la manifestazione di tutti gli stabilimenti del gruppo Merloni il prossimo 18 giugno a Fabriano. Ascolta la diretta con Claudio Suppo della Fiom Torino [audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/06/indesit.mp3|titles=indesit] Scarica file

Contrassegnato come:

Current track
TITLE
ARTIST