Alcoa. Ancora sul silos i tre operai

Scritto dasu 7 Settembre 2012

Il medico dell’Alcoa è salito stamane sul silos della fabbrica di alluminio primario di Portovesme per visitare uno dei tre operai che da due giorni protestano a oltre 60 metri di altezza dentro una tenda e con uno striscione calato ieri dalla ringhiera di protezione con la scritta: “Disposti a tutto”. Il lavoratore, che ha problemi al cuore, è stato male già nelle prime ore di stamane e il medico, che vuole sottoporlo ad accertamenti, ha insistito per farlo scendere. Ma l’operaio ha sorpreso tutti e dopo la visita ha comunque deciso di continuare la protesta
Intanto da stamattina si sta svolgendo a Roma un incontro per dialogare ancora sul futuro dell’Alcoa. Al tavolo stanno partecipando la Regione Sardegna, Alcoa e sindacati e la Glencore, l’azienda interessata all’acquisizione dello stabilimento. Nell’attesa di avere notizie sul suddetto incontro, la protesta continua sia sopra la torre occupata dai tre operai, sia sotto dove c’è un via vai di persone e operai che portano la loro solidarietà.
Ascolta l’aggiornamento con Fabrizio, operaio dell’Alcoa
[audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/09/fabrizio_alcoa07settembre12.mp3]

Current track
TITLE
ARTIST