Abuso di polizia

Scritto dasu 7 Febbraio 2013

acab01

In particolare dal 2001 si è verificato un aumento dei casi di abuso da parte di uomini in divisa, o perlomeno si è accentuata la percezione di minore sicurezza e di timore ogni qualvolta si ha a che fare con individui in divisa… o in borghese. Come è capitato tre anni fa a Mattia a Reggio Emilia: mentre era intento a vergare scritte antifasciste con due compagni è stato intercettato da due persone travisate e armate di pistola; non essendosi qualificati poteva trattarsi di fascisti e Mattia e i suoi amici sono fuggiti riparandosi sulla sua auto, cercando di sottrarsi all’inseguimento. A quel punto sono stati fermati a rivoltellate, poiché i colpi hanno per fortuna colpito i pneumatici dell’auto. Tirati fuori dall’auto hanno scoperto di avere a che fare con due agenti della digos che li hanno  fermati, perquisiti e identificati.

A distanza di anni il 19 febbraio prenderà il via il processo contro Mattia per lesioni, in quanto l’agente sparatore, aprendo la portiera, si è ferito sbattendo contro lo sportello dell’auto. La situazione paradossale ci ha dato il destro per una chiacchierata con Mattia a proposito delle violenze delle forze del disordine e delle forme possibili di difesa dalla loro aggressività e impunità.

 

Ascolta l’audio:

abusidipolizia


Current track
TITLE
ARTIST