Tunisia, la piazza brucia di rabbia

Scritto dasu 8 Febbraio 2013

Sono giorni di alta tensione a Tunisi e in tutto il Paese. Mercoledì mattina, alla notizia dell’omicidio a sangue freddo di Chokri Belaid -leader del movimentoPatriottico Democratico Unito, marxista e panarabista, dirigente del Fronte Popolare- i cittadini di sono riversati di fronte al Ministero dell’Interno, come ieri davanti al Teatro Municipale, chiedendo la caduta del governo e la rivoluzione di nuovo.

L’opposizione ha annunciato per oggi lo sciopero generale, indetto dal maggiore sindacato del paese l’Ugtt, lo stesso giorno in cui si svolgeranno i funerali di Belaid, la cui morte ha scatenato la rabbia popolare per le strade tunisine, con l’incendio di sedi del partito Ennahda  e assalti a commissariati di polizia. Anche oggi si preannuncia un venerdì carico di rabbia.

Ascolta l’analisi e il commento di Annamaria Rivera, antropologa e docente universitaria, esperta della questione tunisina

Anna_Maria_Rivera_Tunisia

Contrassegnato come:

Current track
TITLE
ARTIST