Primo Maggio a Bagnoli: la realtà che i sindacati non volevano vedere.

Scritto dasu 2 Maggio 2013

cds2-300x207Un Primo Maggio difficile da mandare giù per i sindacati confederali napoletani che, ancora una volta, preferiscono far finta di non vedere ciò che la crisi rende invece sempre più evidente. Sindacati che hanno preferito interrompere, dopo minuti di tensione, il concerto della manifestazione ufficiale del Primo Maggio, che si svolgeva a Città della Scienza, piuttosto che dare la parola, come richiesto, a un centinaio di manifestanti, arrivati a Città della Scienza a gruppetti dopo un corteo di centinaia di persone a Bagnoli.

Nessuno tra i centri sociali e i comitati territoriali ha mai messo in discussione la ricostruzione di Città della Scienza: tutt’altro, il messaggio è: vogliamo città della scienza, ma anche la bonifica, la spiaggia pubblica, gli spazi sociali, un’idea differente di sviluppo di quell’area che allontani per sempre la speculazione, la morte, la precarietà, la disoccupazione e l’emigrazione forzata che da 30 anni affliggono Napoli ed in particolare Bagnoli.

Ascolta la diretta con Giovanni, compagno dello Zero81 bagnoli_giovanni


Current track
TITLE
ARTIST