Legge di stabilità. Tasse e patriottismo

Scritto dasu 27 Novembre 2013

stabilitàIeri sera al Senato è stata votata la fiducia sulla legge di stabilità. 171 i sì, 135 i no: la maggioranza richiesta era 154.
In sintesi alcuni dei provvedimenti della nuova legge di stabilità approvata dal senato e in prossima approvazione alla Camera.

– Casa:  arriva la Iuc (imposta unica comunale). Avrà tre componenti: rimane l’Imu ma non sulla prima casa, ci sarà la Tari sulla raccolta dei rifiuti e la Tasi sui servizi indivisibili.

– Regali alle imprese: aumenta dal 20 al 30% la deducibilità Imu sui beni d’impresa ai fini Ires e Irpef per il 2013,.

– Contributo pensioni d’oro: la tassa scatterà sui redditi oltre 90mila euro l’anno con un 6% che sale al 12% per redditi oltre 128mila euro fino al 18% per redditi sopra 193mila. Le risorse derivanti dal prelievo sulle pensioni d’oro finanzieranno la sperimentazione della carta acquisti ma anche il reddito minimo d’inserimento in alcune grandi aree metropolitane. Il modello è quello tedesco che il viceministro Fassina vorrebbe importare anche in Italia: contributo al reddito per chi accetta lavori sottopagati e senza contributi.

– Blocco degli aumenti per i dipendenti pubblici.

Ultima ma non meno importante la spesa di guerra. Sei miliardi di euro sono destinati solo per l’ammodernamento della Marina Militare.
Trovati i fondi persino per la celebrazione del centenario della guerra di conquista di Trento e Trieste. Stanziati 8 milioni di euro per l’anno 2014 e di 5 milioni di euro per ogni anno dal 2015 al 2018.
In tutto tutto 32,5 milioni di euro dedicati alla rieducazione patriottica.

Ne abbiamo parlato con Cosimo Scarinzi.

Ascolta la diretta:

cosimo


Continua a leggere

Current track
TITLE
ARTIST