50mila no al progetto dell’aeroporto di Notre-Dames-des-Landes

Scritto dasu 24 Febbraio 2014

201339656-f8729c05-a0c4-4f9c-9e48-d18355810293Sabato scorso circa 50 mila persone hanno invaso la città di Nantes per ribadire la propria contrarietà al progetto dell’aeroporto di Notre-Dames-des-Landes, dopo che nel mese di dicembre il prefetto ha dato l’autorizzazione per lo sgombero dei presidi e l’avvio dei lavori di cantiere.

520 trattori sono arrivati da tutte le parti della Francia per portare la propria solidarietà ai contadini che si vedranno i propri terreni espropriati, 63 bus da tutte le regioni e persino battelli che hanno raggiunto la città sulle acque del fiume Erdre. La giornata di lotta di ieri è stata caratterizzata da una piazza molto eterogenea: bambini, anziani, militanti della Zad (Zone à défendre), agricoltori, abitanti di Nantes e anche alcuni personaggi politici.

Il corteo si è mosso per le vie cittadine totalmente blindate e, nel momento in cui ha tentato di avvicinarsi alla zona rossa, è stato caricato dalla polizia con lanci di lacrimogeni, granate stordenti e uso di idranti.

Abbiamo chiacchierato della giornata di lotta francese con Carla, una manifestante che ci ha raccontato un punto di vista diverso da quello proposto oggi, in maniera sbrigativa e accusatoria, dai media mainstream.

Ascolta la diretta.

carla_nantes


Current track
TITLE
ARTIST