Genova sabato 18 ottobre: #nonsiamoangeli

Scritto dasu 17 Ottobre 2014

indexUn’altra devastante alluvione ha colpito il territorio di Genova e della Provincia. Come nel 2011, migliaia di volontari hanno sopperito all’incuria criminale delle istituzioni e aiutato i cittadini. La necessaria solidarietà non deve far dimenticare le precise responsabilità politiche di una situazione intollerabile. La politica che governa Genova e la Liguria è complice di un disastro annunciato. Comune e Regione sono governate da un comitato d’affari trasversale che trova nel PD la sua mostruosa sintesi politica in combutta con la destra; questo partito è il principale sponsor di grandi opere inutili e devastanti che costano tantissimo mentre, a quanto sostengono, non ci sono soldi per le opere di messa in sicurezza del territorio.

Durante l’alluvione in Valpolcevera, in prossimità di un cantiere del Terzo Valico, un treno ad alta velocità è deragliato a causa di una frana staccatasi da un cantiere del TAV. I quartieri popolari sono devastati da un modello di sviluppo cittadino che prevede solo centri commerciali, box interrati ed altre speculazioni utili solo al partito del cemento.

Stop alle grandi opere inutili e dannose No alla cementificazione, sì alla messa in sicurezza del territorio

Sabato 18 ottobre – ore 15 Piazzale Cimitero di Staglieno (Genova)
Ascolta la diretta con Riccardo del collettivo Re.Up: riccardoGenova

Current track
TITLE
ARTIST