TTIP è esiziale per i diritti e la qualità della vita

Scritto dasu 9 Ottobre 2014

2014_10_09_corporatocracyIn corso sotto copertura una trattativa tra le due sponde dell’Atlantico all’insaputa delle vittime designate dell’accordo tra lobbisti, multinazionali, oligarchi. Il Transatlantic Trade and Investment Partnership (Partenariato Transatlantico sugli scambi e sugli investimenti tra Usa e Ue) è una trappola gigantesca che permetterà alle grandi imprese di aggirare le regole nazionali che sottendono alla salute dei cittadini e ai diritti dei lavoratori: le multinazionali avranno il diritto esclusivo di citare in giudizio i governi di fronte ad arbitrati commerciali internazionali indipendenti dai sistemi giuridici nazionalil ed europei; l’intento è la svendita dei servizi essenziali, usando le parole d’ordine di austerità e competitività tanto care al neoliberismo. Il terreno viene preparto con attenzione (per esempio l’uscita di un paio di giorni fa di Elena Cattaneo, nominata senatore a vita proprio per questi servizi scientifici, secondo la quale non ci sarebbero prove della nocività degli ogm, uno degli interessi delle multinazionalil per cui il Ttip sarebbe un valido cavallo di Troia) e cercando di non allarmare l’opinione pubblica come già era successo pochi anni fa in occasione di un tentativo analogo, impedito dalla mobilitazione dei cittadini accorti… ora è di nuovo il tempo di sensibilizzare attraverso campagne di informazione: una delel quali è organizzata per sabato 11, come ci spiega Simona, che sottolinea come a Torino sia previsto un momento anche venerdì 10 ottobre alel 17 sotto la Rai di via Verdi per la disinformazione adottata al riguardo, invitndo a visitare il sito stop-ttip-italia.net per la quantità di aspetti e argomenti che vengono investiti da questo trattato esiziale

2014.10.09-simona_ttip


Current track
TITLE
ARTIST