Amianto: il punto sulla situazione delle morti per lavoro nocivo

Scritto dasu 6 Novembre 2015

Periodicamente sentiamo l’esigenza di fare il punto sulla questione relativa ai morti per lavoro assassino, che esponeva le persone all’asbesto, non solo per rendere giustizia a chi è morto per mesotelioma o carcinoma polmonare ma anche per denunciare che si continua a morire di e sul lavoro, come ha tenuto a ribadire Michele Michelino nel finale di questo intervento incentrato su udienze a Milano e Torino. che vedono imputati manager privi di scrupoli che hanno guadagnato sulle vite altrui. L’occasione è offerta dai molti processi milanesi, tra cui spicca quello ai 10 manager Pirelli, tra cui il fratello di Umberto Veronesi, Guido, che ha cercato di farsi passare per matto all’ultima udienza e dalla ricostruzioni surreali dell’avvocato Lanfranconi che ha attribuito i tumori polmonari alle sigarette fumate dagli operai: e dall’arricchimento di ulteriori morti riconosciuti come vittime dell’amianto dell’Eternit, oltre alla udienza che ha mandato assolti i 4 manager dell’Eternit-Saca di Cavagnolo.

 

Unknown


Current track
TITLE
ARTIST