Massacro a Gaza, le proteste si fanno più intense

Scritto dasu 16 maggio 2018

Nel 70esimo anniversario della Nakba, le proteste in Palestina si fanno più forti: le manifestazioni hanno avuto nel mirino il trasferimento dell’ambasciata statunitense da Tel Aviv a Gerusalemme, mentre 13 milioni di palestinesi nel mondo commemorano la catastrofe del 1948, l’espulsione di un milione di persone dalle loro terre e la distruzione di circa 530 villaggi da parte delle milizie paramilitari sioniste. In seguito alle proteste, soprattutto nella striscia di Gaza, si contano cinquantanove morti, il più grande aveva 39 anni il più giovane otto mesi: un massacro. Usando cecchini, artiglieria e aviazione l’esercito israeliano ha aperto il fuoco su decine di migliaia di manifestanti negli accampamenti lungo le linee di demarcazione tra la Striscia e Israele.

La diretta da Gaza con Michele Giorgio, corrispondente del Medio Oriente per Il Manifesto e direttore di Nena News

MG_gaza

Contrassegnato come:

Current track
TITLE
ARTIST