Nazisti a Saronno

Scritto dasu 21 Maggio 2018

Da novembre in avanti a Saronno c’è stata un escalation di moniti arrivati ai compagni da parte di alcuni naziskin locali vicini all’area della Skinhouse di Bollate. All’inizio sono comparse delle scritte e celtiche sul circolo della Teppa con l’invito a non cagare fuori dal vaso, poi uno striscione appeso su una struttura abbandonata dove la sera prima si era svolta una taz, fino ad arrivare a un tentativo di indimidazione fisica ai danni di alcuni compagni che uscivano dal Circolo. Ultimo e più grave episodio quello di lunedì scorso quando l’indimidazione nazista prova a trasformarsi in aggressione, sventata solamente grazie a riflessi pronti e un po’ di sangue freddo: due macchine di nazisti vengono viste passare di fronte al Circolo della Teppa in caccia di qualcuno, dopo un paio d’ore le stesse due macchine si appostano in fondo alla via e decidono di seguire le ultime due macchine che si spostano dal Circolo. Dopo un inseguimento di qualche minuto, i nazisti bloccano la strada con i loro mezzi, scendono e provano a tirare fuori le persone inseguite, ma non ci riescono e gli inseguiti riescono ad allontanarsi.

Che la provincia di Varese sia tra le più nere d’Italia non è certo una novità. Diverse associazioni di estrema destra, partiti, gruppi ultras da diversi anni hanno sedi e organizzano eventi e presenze pubbliche nelle piazze della provincia. A Saronno il cambio di segno l’ha dato qualche anno fa l’elezione al governo della città della Lega. Oltre ad aver ammesso in giunta personaggi di nota tendenza fascista, il Carroccio, che non a caso ha nella provincia di Varese un seguito e un radicamento consolidato, ha sdoganato e legittimato la loro presenza pubblica; l’evento più grosso patrocinato dal Comune nel 2015 è stato una dimostrazione di arti marziali organizzata da Wolf of the ring, associazione legata a doppio filo a Lealtà e Azione.

Questo clima non differisce da quello di molte altre realtà italiane. Lo sdoganamento politico e istituzionale di partiti e associazioni di estrema destra a livello nazionale va di pari passo con l’aumento di intimidazioni e aggressioni ai danni di compagni, immigrati e poveri per mano di fascisti picchiatori.

Di fronte a queste aggressioni non resta che fare nostre le parole dei compagni e delle compagne saronnesi quando scrivono che “la presenza di fascisti e nazisti per le strade le rende insicure solo nel momento in cui noi lasciamo loro la libertà di poter passeggiare tranquillamente. Questo vuol dire che dobbiamo diventare noi, con ogni mezzo necessario, il loro peggiore incubo. E’ compito di ognuno fare in modo che queste aggressioni non si ripetano.”

Ascolta la diretta con una compagna

 

nazistiaSaronno

 

 

Contrassegnato come:

Continua a leggere

Current track
TITLE
ARTIST