Occupazioni e sgomberi nelle università parigine

Scritto dasu 14 maggio 2018

La mobilitazione universitaria in Francia va avanti ormai da diverso tempo. Numerose sono state le sedi occupate con blocco della didattica e interruzione del normale svolgersi delle attività, in alcuni casi le università occupate hanno avuto il ruolo di centro propulsore della lotta aggregando centinaia di studenti. La reazione del Governo non si è fatta attendere, dura come contro gli cheminots e come è stata fino a ora la linea tenuta da Macron nei confronti del conflitto sociale interno.

Dopo il 1° maggio molte sono state le università sgomberate violentemente dalle forze dell’ordine.  Abbiamo fatto un punto della situazione parigina con Toto e alcune riflessioni nel tentativo di capire lo stato dell’arte delle lotte sociali in Francia, le prospettive di tali mobilitazioni e la repressione messa in campo dal governo che assume varie sfaccettature: dai lacrimogeni che invadono i corridoi delle facoltà sotto attacco alle “serrata” delle università imposte ai rettori di numerosi poli. Alcune sedi rimarranno chiuse fino a settembre mentre gli esami sono stati delocalizzati verso aule più lontane.

Per un quadro completo della situazione parigina ascolta la diretta:

 

UniversitàParigi

Contrassegnato come:

Current track
TITLE
ARTIST