Paska in sciopero della fame

Scritto dasu 11 Nov 2018

Nelle ultime settimane è iniziato il processo per l'”Operazione Panico”, procedimento per cui tre compagni

Ghespe, Giova e Paska sono ancora in carcere.

In vista delle udienze Paska è stato trasferito a La Spezia: un carcere noto per la sua particolare durezza,  dove il regolamento interno è più restrittivo di altri, e in cui esiste tuttora l’infame e famigerata “squadretta”: un manipolo di secondini scelti ad hoc per pestare i detenuti.
Le ritorsioni contro Paska cominciano già dalla prima traduzione nell’aula di tribunale, quando la sua scorta di carcerieri lo sballotta nel blindato ferendolo alle mani e allo sterno mentre di posta ne arriva poca e in ritardo.

Paska in risposta alla condizioni detentive e alle provocazioni delle guardie ha iniziato uno sciopero della fame da lunedì 5 novembre.

Il 18 novembre ci sarà un presidio sotto il carcere di La Spezia, in solidarietà con Paska e tutti i reclusi.

Il racconto dalla voce di un compagno di Firenze della tribolata terza udienza del processo e delle condizioni di Paska.


Current track
TITLE
ARTIST