Indi*s, negr*s, pobres: altre storie in lotta contro Bolsonaro

Scritto dasu 15 Marzo 2019

 “Brasil, meu nego deixa eu te contar/ A história que a história não conta / O avesso do mesmo lugar / Na luta é que a gente se encontra”, “Mio caro nero Brasile lascia che ti racconti / La storia che la storia non racconta / Il rovescio dello stesso luogo / È nella lotta che ci troviamo”.

Si è aperto così il testo cantato e messo in scena dalla Scuola di Samba vincitrice del Carnevale appena chiusosi a Rio de Janeiro: la Mangueira, una delle più antiche ed importanti del Brasile. Un testo ed una sfilata che hanno incendiato il cuore popolare della Cidade Maravilhosa, rappresentando in modo forte e diretto un rovesciamento della Storia ufficiale della nazione. La “História para ninar gente grande” (Storia per cullare persone grandi) della Mangueira è infatti quella di Indi*s, Negr*s, Pobres, cioè di tutti quei corpi dominati, sfruttati, violentati, sterminati e invisibilizzati dal periodo coloniale in avanti.  Un tributo alle lotte per la libertà, partendo dall’affrancamento dalla schiavitù (abolita nel 1888), passando per la resistenza durante la  dittatura militare (1964-1985), fino ad arrivare alle odierne lotte contro la violenza strutturale di uno Stato fortemente razzista, classista e sessista.

Storie altre, che – dalle metropoli alle campagne, alle riserve dove sono confinati gli indios minacciati dagli speculatori terrieri – sono oggi in lotta contro uno Stato fascista in fase di ristrutturazione e crisi. Da un lato gli apparati militare/giudiziario/economico/mediatico che avevano portato alla vittoria golpista di Jair Bolsonaro si stanno riposizionando prendendone le distanze, vista la sua sempre più imbarazzante impresentabilità; dall’altro le classi popolari e subalterne si stanno mobilitando con sempre più forza e determinazione contro il governo, a dispetto dei tentativi di sedare la rabbia sociale da parte degli apparati della sinistra socialdemocratica, Lula in testa.

Questa mattina ne abbiamo parlato con Luciano, attivista di São Paulo attualmente in Germania:

 

Ascolta e guarda la “História para ninar gente grande” della Scuola di Samba della Mangueira:


Current track
TITLE
ARTIST