Genova. Corteo contro Leonardo

Scritto dasu 3 Dicembre 2019

Il prossimo sabato “L’assemblea contro la guerra” di Genova ha lanciato una manifestazione contro Leonardo, il colosso della produzione armiera in Italia.

Di seguito il testo di presentazione dell’iniziativa:

“La guerra è sempre più considerata una tragedia che non ci riguarda e lontana dalle nostre vite. Libia, Yemen, Siria, Afganistan, Iraq sono lì a dimostrare il contrario, con anni di conflitti disastrosi innescati per i profitti dei capitalisti americani, europei e di casa nostra.

Le cause e gli effetti della guerra sono sempre le stesse: colonizzazione, furto delle risorse, milioni di profughi in fuga, creazione di manodopera a basso costo, incremento dell’industria bellica.

Leonardo (ex Finmeccanica) produce e vende missili, siluri, droni, aerei ed elicotteri da combattimento, tecnologie per il controllo dei confini e delle rotte migratorie. Sono di Leonardo le armi con cui l’esercito saudita spara in Yemen, gli elicotteri e gli aerei con cui l’esercito turco bombarda il Rojava. Ecco cosa produce questa “eccellenza nazionale”. Chi vive di guerra non può farne a meno.

Come ci insegna la lotta dei portuali contro i traffici di armi nel porto e la compagnia saudita Bahri, gli ingranaggi della guerra si possono inceppare.
Come ci indica la migliore tradizione del movimento operaio, il nemico è in casa nostra.”

Corteo 7 dicembre ore 15,30 da piazza Baracca a Sestri Ponente”

Ne abbiamo parlato con Cristian, lavoratore portuale, che in questi mesi ha partecipato alle lotte contro l’approdo a Genova delle navi della Bahri, la compagnia saudita che trasporta armi, utilizzate nel massacro in Yemen.

Ascolta la diretta:

Su Leonardo e i traffici d’armi dell’Arabia Saudita è stato realizzato un opuscolo “Nessun approdo per la guerra”.
Ne abbiamo parlato con Errico, uno dei curatori del testo

Ascolta la diretta:

 


Continua a leggere

Current track
TITLE
ARTIST