Climate Strike vs Cop 25 – Voci dall’Antropocene #4 – 25/11/19

La 25 Conferenza delle Parti sul clima parte con due significative amputazioni: lo spostamento del paese ospitante, dal Cile attraversato da proteste di massa e brutale repressione alla più relativamente tranquilla Spagna (ancora scossa dalla questione catalana); il fallimento politico della sua credibilità, scandita dall’emergere di un ciclo politico istituzionale che afferma esplicitamente il negazionismo climatico (Trump, Bolsonaro… ed epigoni europei) e l’emersione di un nuovo ambientalismo che su scala globale pone al centro del dibattito pubblico la più bruciate ed apocalittica delle contraddizioni del modo di produzione capitalistico: lo scontro tra ragioni del Capitale e quelle della Vita.

Proprio in contemporanea di questa 25 edizione della Cop, il movimento per la Giustizia Climatica ha indetto per venerdì 29 novembre il IV Climate Strike, che vedrà molte iniziative anche nel nostro paese, nelle piazze di molte città e anche nei pressi di alcune centrali dell’Eni, incarnazione, nel nostro paese, di un sistema produttivo-energetico tutto centrato sui combustibili fossili.

 




Current track
TITLE
ARTIST