COVID-19: Fra venti di recessione globale ed esercizio di statecraft cinese

Cattivi Pensieri

L’estensione a livello globale dell’epidemia di COVID-19 fa tremare le borse di mezzo mondo e rende sempre più intellegibili scenari di una nuova recessione globale.

Nella prima parte della puntata analizziamo gli allarmi della stampa sui possibili effetti di lungo corso della pandemia di coronavirus, “cigno nero” che rischia di accelerare le dinamiche recessive del vero malato cronico, l’economia mondiale, mai veramente uscita dalla lunga convalescenza post crisi finanziaria del 2008:

 

 

Nella seconda parte di trasmissione, a partire dall’interessante testo del blog Chuang “Social Contagion – Microbiological class war in China” (qui), ritorniamo nel cuore dell’epidemia globale, per analizzare i fattori storici, sociali ed ecologici dietro la diffusione del virus e la risposta politica messa in campo dallo Stato cinese, fra un sistema sanitario precario sacrificato al boom economico degli ultimi decenni e dispositivi emergenziali da contro-insurrezione dispiegati dal governo per contenere il contagio e permettere (per ora con scarsi risultati) una rapida ripresa della produzione:

 

 

——————————————————————————————————————————————————




Current track
TITLE
ARTIST