Rom a Borgaro: ancora una volta è razzismo

Scritto dasu 30 Ottobre 2014

rom

L’incredibile ma assolutamente reale storia del bus che collega Borgaro a Torino: la storia della mozione di sindaco ed altri esponenti della maggioranza del comune di Borgaro che chiedono a GTT (l’impresa di trasporti locale) di “sdoppiare” un bus per separare i passeggeri rom del campo che si trova vicino alla piccola cittadina dagli altri passeggeri. Molto è stato scritto in questi giorni sui giornali, sia in cronaca nazionale che locale. Molto ci sarebbe da dire, ancora una volta, sulla situazione “storica” di razzismo e discriminazione vissuta dei popoli rom e sulla loro segregazione strutturale in campi e accampamenti in Italia e in Europa. Abbiamo cercato questa mattina di portare alcune riflessioni all’interno di una vicenda che, come sempre, viene trattata dai media e dalle diverse voci “istituzionali” attraverso un approccio pieno di pregiudizi, superficialità e preda dei peggiori istinti di politicanti di ogni colore e sfumatura.

Ascolta il contributo di Maria

maria


Current track
TITLE
ARTIST