“Lui NO!” Le donne brasiliane in piazza contro Jair Bolsonaro

Scritto dasu 3 Ottobre 2018

Tra pochi giorni, il 7 ottobre, il Brasile sarà chiamato al voto per le elezioni presidenziali. Gli ultimi sondaggi danno in testa Jair Bolsonaro – ex militare e candidato dell’estrema destra – noto per le sue posizioni spiccatamente omofobe, sessiste e razziste, per il suo nazionalismo intransigente e per le simpatie verso la dittatura che afflisse il paese tra il 1964 e il 1985.

Lo scorso 6 settembre ha ricevuto una coltellata al ventre nel corso di un comizio elettorale, episodio che ha abilmente cavalcato per aumentare la propria popolarità. Ora potrebbe arrivare al ballottaggio contro Fernando Haddad, il candidato designato dall’ex presidente Lula (ancora detenuto nelle carceri brasiliane) e dal Pt.

Nelle ultime settimane migliaia di donne unite nella campagna “Mulheres unidas contra Bolsonaro” sono scese in piazza in tutto il paese e hanno organizzato imponenti manifestazioni al grido di #EleNão #EleNunca (lui no, lui mai) per fermare l’avanzata del candidato di ultra-destra. Il 29 settembre in decine di città brasiliane si sono svolti cortei per tutta la giornata e la campagna sta trovando un ampio sostegno, non solo tra le donne.

Ne abbiamo parlato con Laura Burocco, ricercatrice in politiche urbane e sviluppo che ha un dottorato all’Università federale di Rio De Janeiro:

brasile_elenao

Contrassegnato come:

Current track
TITLE
ARTIST