Amazon rinuncia ad aprire il suo “quartiere generale” a New York

Scritto dasu 21 Febbraio 2019

Ad essere sotto accusa è il violento impatto sui quartieri del Queens, uno dei cinque boroughs di New York City, e la complessa organizzazione del lavoro dell’azienda di Jeff Bezos. Il colosso dell’e-commerce aveva scatenato una “gara” tra le città americane per ottenere la sue sede estesa, che aveva portato la città ad impegnare 3 miliardi di dollari di incentiva, la più grande sovvenzione pubblica della storia americana. Determinante nella vicenda l’azione di comitati di base, collettivi studenteschi e movimenti contro il violento processo di gentrificazione che ha investito altre città americane negli ultimi anni con un aumento vertiginoso del prezzo degli affitti e del costo della vita.

Ne abbiamo parlato con Roberto Ciccarelli, giornalista del Manifesto.

 


Current track
TITLE
ARTIST