Algeria. Bouteflika getta la spugna

Scritto dasu 2 Aprile 2019

Poche settimane fa, sotto pressione della piazza, Aldelaziz Bouteflika, aveva ritirato la candidatura per un quinto mandato, ma aveva anche annullato le elezioni a data da destinarsi.
La risposta delle piazze è stata imponente.
Il clan dell’anziano presidente, da anni incapace di comunicare in seguito a un ictus, non vuole mollare il potere, ma è sempre più isolato. Il tentativo di cavarsela con un mega rimpasto e un nuovo esecutivo è destinato al fallimento.
Persino i militari pare abbiano abbandonato Bouteflika e i suoi, ma hanno servito all’opposizione una polpetta avvelenata, sostenendo la proposta di rimuovere Bouteflika per le sue condizioni di salute. In questo caso il potere passerebbe al capo della Camera bassa, che è un uomo del clan Bouteflika. Un passaggio dal peggio al peggio, un modo per cambiare tutto, lasciando tutto come prima. Una strategia che potrebbe dividere il movimento, tra chi si accontenta e chi rilancia.
Di certo continuerà a ribollire la rabbia dei tanti giovani e meno giovani disoccupati e senza futuro.

Ne parliamo con Karim Metref, insegnante e blogger di origine cabila, che da molti anni vive a Torino.

Ascolta la diretta:


Current track
TITLE
ARTIST