Chi lotta non è mai solo

Scritto dasu 28 Giugno 2019

Martedì 2 luglio Leo e Silvia saranno “presenti” al tribunale di Torino per due diverse udienze.

“Presenti” perché Leo sarà collegato in videoconferenza da Lucca per il processo che lo riguarda, un parapiglia con un carabiniere durante un presidio antifascista. Confermato nelle ultime ore invece il trasferimento di Silvia al carcere delle Vallette dove è stata trasferita quest’oggi proprio per l’udienza di martedì, una resistenza a uno sfratto in Barriera di Milano.

E insieme alla notizia del trasferimento di Silvia è arrivata anche la comunicazione della fine dello sciopero della fame. 31 giorni di digiuno per la chiusura della sezione di AS2 del carcere dell’Aquila. Sciopero lanciato da Silvia e Anna, a cui avevano aderito diversi prigionieri in tutta Italia tra cui appunto anche Leo.

Anna e Natascia da l’Aquila fanno sapere che continueranno la protesta attraverso quelle battiture iniziate quasi due settimane fa dalle sezioni di 41bis in supporto alla loro scelta e che ancora quotidianamente proseguono.

Martedì sarà quindi un occasione per salutarli, ribadire ancora una volta che le loro lotte sono anche le nostre, come dimostrato dalla tanta solidarietà espressa in Italia come in giro per il mondo. Benché lo sciopero sia giunto a conclusione la sezione anarcoislamica è ancora in piedi così come l’infame strumento della videoconferenza continua sempre più a imperversare nei processi di qualsivoglia entità penale.

Appuntamento martedì 2 luglio ore 8.30 davanti al tribunale di Torino

 

La diretta di questa mattina con una compagna della Cassa Antirep delle Alpi occidentali

2luglio

 


Current track
TITLE
ARTIST