Aggiornamenti dall’isola di Lesbo

Scritto dasu 20 Marzo 2020

La Turchia di Erdogan usa i flussi migratori come arma per ricattare l’Unione Europea. In questo contesto abbiamo assistito ad un’esplosione delle criticità che già caratterizzavano l’isola di Lesbo e il campo profughi di Moria, dove migliaia di persone vivono in condizioni precarie. Alba Dorata ha provato ad egemonizzare le proteste esplose sull’isola chiamando anche a raccolta fascisti da tutta Europa. La risposta antifascista non si è fatta attendere e molti dei fascisti accorsi sull’isola sono dovuti tornare a casa con la coda tra le gambe. Della situazione sull’isola abbiamo parlato insieme a Nicola, attivista della campagna Lesvos Calling.

Ascolta la diretta:


Current track
TITLE
ARTIST