grecia

Pagina:6

Duri scontri ad Atene nel 4° anniversario dell’assassinio del quindicenne Alexis da parte della polizia. Anche in Italia, ieri mattina, tanti studenti, tanti coetanei di Alexis lo hanno voluto ricordare, portando la sua foto e il suo nome nei cortei di Napoli e di Bologna. E lo stesso è accaduto in altri paesi. Ad Atene […]

Ieri il tribunale di Firenze ha emesso  la sentenza di primo grado del processo a  11 antifasciste e antifascisti fiorentini, condannandoli a ben 8 mesi di carcere. I fatti risalgono alla canmpagna elettorale del 2009, dove dopo un’iniziativa elettorale organizzata da FN, dalla Destra, e Fiamma tricolore, un gruppo di fascisti girò indisturbato per il […]

Lo sciopero generale indetto dai sindacati in Grecia ha visto una partecipazione di massa. Atene è stata teatro di manifestazioni e duri scontri tra la polizia e manifestanti. La giornata in particolare è stata scandita dai tentativi di gruppi di manifestanti di forzare i blocchi della polizia che volevano costringere il percorso del corteo per […]

I risultati delle elezioni greche, che vedono il partito conservatore Nea Democratia prevalere, sia pure di misura, Siryza, la coalizione della sinistra radicale favorevole all’uscita dall’euro portano alla nascita di un governo di unità nazionale, tra i socialisti del Pasok e i conservatori di Nea Democratia.
Al di là dei giochi elettorali, dove la paura dei ceti medi, instillata da una propaganda martellante a favore del permanere nell’aeurozona, ha contribuito allo spostamento, sia pur lieve, dell’elettorato resta una crisi sociale durissima. I salari e le pensioni sono state diminuite drasticamente, i servizi fondamentali sono divenuti inaccessibili a strati sempre più ampi di popolazione, mentre i prezzi continuano ad aumentare.
Con salari balcanici e prezzi europei moltissime persone sono sprofondate nella povertà.
Una delle conseguenze della crisi, ma anche della volontà di emacipazione da un destino già scritto da FMI, UE e BCE, è il moltiplicarsi delle occupazioni, delle autogestioni di strutture produttive e di servizio abbandonate.
Un esempio paradigmatico è quello dell’ospedale di Kilkis, occupato e autogestito dai lavoratori. Si tratterà di capire nei prossimi mesi quale incidenza avranno queste esperienze di esodo conflittuale dall’istituito sulla situazione politica e sociale nel paese ellenico.
L’affermazione elettorale, sia pure in misura minore, dei nazisti di Alba Dorata rappresenta una sorta di reazione in chiave di chiusura nazionalista e razzista alla pressione globalizzante della governance transnazionale. Se a questo si aggiunge una legislazione europea che impedisce a profughi e rifugiati di trovare ospitalità fuori dalla Grecia e si ottiene una miscela esplosiva, sulla quale giocano i fascisti.
L’affermarsi a livello europeo di formazioni di estrema destra ci interroga sul fallimento delle istanze internazionaliste, che possono trovare nuova linfa solo nella materialità delle relazioni solidali.

Ne abbiamo parlato con Massimo Varengo delle edizioni Zero in condotta, ottimo conoscitore della Grecia, dove ha di recente tenuto un ciclo di conferenze.

Il giorno dopo la tornata elettorale in Grecia, Daniele di Etinomia, valligiano e resistente notav, ci racconta le sue impressioni a spasso per Atene, tra scenari apocalittici ed esperienze di autogestione. Ascolta la diretta [audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/06/Daniele-Grecia.mp3|titles=Daniele-Grecia] Scarica file


Current track
TITLE
ARTIST