No Tav. Arresti, perquisizioni, obblighi di firma

Scritto dasu 21 Giugno 2016

28 giugno 2015Questa mattina tra Torino e la Val Susa è scattata una nuova operazione repressiva nei confronti di 23 No Tav. Due gli arresti, 9 i No Tav ai domiciliari, per gli altri obblighi di firma.
Nel mirino della magistratura è finita la manifestazione No Tav dello scorso 28 giugno, quando un corteo, partito da Exilles provò per due volte a spezzare i blocchi di accesso a via dell’Avanà. La prima volta scendendo prima del ponte sulla Dora lungo la statale 24, senza riuscire e buttare giù i jersey, ma guadagnando lacrimogeni a manetta. Un secondo tentativo di forzare i blocchi, piazzati prima del ponte della Dora in fondo a via Roma ebbe miglior successo: i jersey vennero abbattuti, i carabinieri caricarono e nuovamente vi fu un impiego massiccio di lacrimogeni.

Ne abbiamo parlato a caldo con Lorenzo della redazione informativa di Blackout.
Ascolta la diretta:

2016-06-21-lorenzo-arrestinotav


Current track
TITLE
ARTIST