Erdogan attacca il cantone di Afrin per colpire la rivoluzione della Siria del Nord

Scritto dasu 17 Gen 2018

Il cantone di Afrin è una parte di territorio liberato della Siria del Nord che da tempo si trova circondato e minacciato dalle forze turche e islamiste. Rappresenta una zona strategica dal punto di vista militare, politico ed economico: il presidente turco Erdogan vuole colpirlo per colpire tutta la rivoluzione che sta investendo la Siria del Nord. La sua unificazione al resto dei territori della Federazione renderebbe infatti l’intera area un territorio libero e democratico.

Negli ultimi giorni le minacce che da mesi Erdogan rivolge al cantone di Afrin hanno iniziato a concretizzarsi in un’escalation militare ai confini del cantone. Il presidente turco ha dichiarato che l’operazione di invasione è iniziata e sono stati portati attacchi da diversi fronti. Ad Afrin ci si prepara quindi a resistere per difendere strenuamente il progetto rivoluzionario della Siria del Nord, in una battaglia che ormai viene definita come una nuova Kobane.

La corrispondenza di Jacopo, compagno torinese che sta partecipando alla rivoluzione nella confederazione della Siria del nord e che ha deciso di spostarsi ad Afrin alla luce di questo momento di forte minaccia esterna:

Jacopo


Current track
TITLE
ARTIST