Month: maggio 2018

Un nutrito presidio solidale all’esterno del Tribunale di Gap ha accompagnato per tutta la mattinata di oggi la prima udienza del processo a carico di Eleonora, Theo e Bastien, i 3 compagni arrestati a Briançon lo scorso 22 aprile in seguito alla manifestazione che si era svolta al confine Italo-francese. Al termine dell’udienza, il Tribunale […]

E’ stato sgomberato ieri mattina Ri-Make, spazio sociale che da 4 anni aveva occupato uno stabile in un quartiere periferico di Milano. Già da diverso tempo i proprietari dell’immobile, rimasto abbandonato per 10 anni prima dell’occupazione, avevano richiesto lo sgombero, ottenendo alcune settimane fa un decreto di sequestro preventivo. In seguito allo sgombero, ieri pomeriggio […]

Fine settimana di proteste contro il Giro d’Italia venduto a Israele, sia alle tappe in Piemonte che alla kermesse finale nel centro di Roma, blindato per l’occasione. Venerdi 25 maggio a Venaria bandiere palestinesi da una finestra della Reggia, sopra il palco del villaggio di partenza, e presidio in viale Mensa alla partenza dei ciclisti http://www.torinotoday.it/video/bandiere-palestinesi-esposte-reggia-venaria-prima-giro-italia.html […]

Ieri cento persone in assemblea al rifugio autogestito Chez Jesus di Claviere, due giorni dopo il ritrovamento di un terzo migrante morto mentre tentava di attraversare la frontiera italo – francese. Si è discusso del presidio del 31 maggio al tribunale di Gap per l’inizio del processo a Eleonora, Theo e Bastien, e del campeggio […]

Ora tutto è chiaro, davanti agli occhi, senza veli ideologici che possano mascherare la realtà. La democrazia parlamentare, vanto e giustificazione dell’aggressività occidentale contro il resto del mondo, non è più funzionale alle esigenze del grande capitale multinazionale. E quindi va “superata”. La decisione di Sergio Mattarella – impedire l’insediamento di un governo non pienamente […]

Da diversi mesi l’Algeria è scossa da scioperi e proteste che investono il settore educativo, quello sanitario e dei trasporti, ma non solo. Il governo di Ahmed Ouyahia da una parte reprime il dissenso interno tanto da riuscire a limitare la presenza in strada di manifestanti, dall’altra distrae l’opinione pubblica con la propaganda dell’insicurezza e dell’invasione […]

Nonostante le pulsioni a rinnovare le fonti energetiche, l’avvento dell’era Trump perpetua l’importanza del petrolio e dei suoi fornitori, in primis gli alleati del presidente americano, che per la scelta di campo operata a favore dei sunniti sauditi ha già stralciato gli accordi con lo sciismo iraniano e va proseguendo nella direzione di dividere il […]

Con questo collegamento presentiamo l’opuscolo redatto dalla redazione di Re:Common sullo sfruttamento delle risorse petrolifere in Basilicata da parte di Eni, una delle aziende più devastanti tra le quelle di “casa nostra”: dalle malattie allo sfruttamento, dai danni ambientali agli incidenti sul lavoro, storia e conseguenze legate  alla presenza di questa industria per le persone […]

Il segretario di Stato Mike Pompeo ha annunciato dodici condizioni “draconiane” che l’Iran dovrà rispettare per non incorrere in sanzioni durissime da parte degli Stati Uniti, che vanno dalla dismissione totale del programma nucleare e del sistema di difesa missilistico iraniano alla ritirata dei contingenti militari della repubblica islamica dalla Siria e la fine di […]

Martedì ricorreva il 40ennale dell’approvazione della legge 194, che in Italia regola l’accesso all’interruzione volontaria di gravidanza. Nei giorni scorsi hanno avuto ampia risonanza mediatica le aberranti campagne contro la libera scelta delle donne portati avanti da vari gruppi della galassia anti-abortista, in particolare a Roma. Se in varie parti del mondo l’aborto è ancora del […]

Nel pomeriggio di lunedì alcuni compagn* torinesi sono stati fermati per la notifica del divieto di dimora a Torino. Sono 6 in tutto le misure emesse nei confronti di altrettanti compagni. Di questi, solo 4 sono stati fermati, mentre altre 2 persone sono risultate irreperibili. I fatti contestati risalgono al 13 febbraio scorso, quando – […]

Più di 20 mila dipendenti pubblici hanno manifestato a Parigi contro il presidente Emmanuel Macron, che intende riformare il loro settore. La manifestazione è stata convocata da tutti i cinque principali sindacati francesi (CGT, FO, CFDT, UNSA e CFTC) i cui leader hanno sfilato insieme per la prima volta dal 2010. È la terza volta dall’insediamento […]


Current track
TITLE
ARTIST