Genova

Pagina:2

Genova ancora in lotta contro la privatizzazione parziale di Amt, azienda che si occupa di trasporto pubblico, che l’Amministrazione Doria vorrebbe vendere a Busitalia, società controllata da Ferrovie dello stato. Pure oggi in piazza, con gli autisti anche i lavoratori delle altre partecipate, Aster (azienda di manutenzioni) e Amiu, impegnata nella raccolta rifiuti. Anche loro […]

Dopo circa un anno i No Tav – Terzo Valico sono ritornati nelle strade della Valpolcevera per dire  no al terzo valico e lo hanno fatto in tanti. Oltre un migliaio di persone per le strade di Pontedecimo che forse non vedeva un corteo così partecipato dai giorni della Liberazione del nazifascismo, in una staffetta immaginaria […]

Prima udienza a Genova del processo con rito abbreviato, a carico di Alfredo Cospito e Nicola Gai, accusati di avere gambizzato l’amministratore delegato di Ansaldo Nucleare, Roberto Adinolfi, colpito sotto casa la mattina del 7 maggio 2012 in via Montello, a Genova. Alfredo Cospito ha provato a leggere un documento in cui gli imputati rivendicavano l’azione. La […]

La notizia che il governo ha deciso di stornare momentaneamente i fondi per la realizzazione della linea ad alta velocità tra Genova e Tortona ha innescato la dura reazione delle forze politiche al governo nella città della Lanterna. Il 25 giugno era stato fissato il dibattito in consiglio comunale. Non potevano mancare i No Tav […]

E’ di ieri la notizia dell’archiviazione dell’inchiesta sul massacro del giornalista inglese Mark Covell, ferito gravemente dalla polizia durante il suo intervento alla scuola Diaz il 21 luglio del 2001. Secondo i PM incaricati dell’inchiesta la polizia non ha collaborato ad identificare i responsabili del pestaggio, per il quale Covell rischiò la vita. Un ulteriore […]

A neanche una settimana di distanza dalla sentenza della cassazione di Roma riguardante i fatti di Genova 2001, abbiamo approfondito le vicende che hanno portato alla condanna di 10 attivisti per il reato di Devastazione e Saccheggio. Nella telefonata con l’avvocato Laura Tartarini abbiamo cercato di parlare del processo che ha portato al 13 luglio […]

La cassazione ha annullato le sentenze di condanna di De Gennaro e Mortola, che in primo e secondo grado erano stati giudicati colpevoli di aver indotto un loro collega a prestare falsa testimonianza. L’avvocato Luisa Tartarini, che ha seguito le vicende genovesi per dieci anni si è detta stupita dell’annullamento di sentenze basate su prove forti, tanto forti da indurre i giudici di secondo grado a emettere sentenze di colpevolezza ai danni di uomini potenti come l’allora capo della Polizia De Gennaro e l’allora capo della Digos genovese Mortola.
I due, nel giugno del 2010 erano stati condannati rispettivamente ad un anno e quattro mesi e un anno e due mesi, per aver istigato l’allora questore di Genova Francesco Colucci a mentire in aula sulla macelleria alla scuola Diaz della notte tra il 21 e il 22 luglio 2001.
La sentenza, quella vera, nei confronti di Gianni De Gennaro e Spartaco Mortola, l’ha pronunciata da tempo il Ministero dell’Interno: i due hanno fatto un’ottima carriera. De Gennaro è oggi capo dei servizi segreti, Mortola è diventato questore e capo della polizia ferroviaria a Torino.
Gianfranco Fini, che all’epoca diresse le operazioni dalla sala operativa della questura genovese, è oggi presidente della Camera dei deputati, la terza carica nella gerarchia dello Stato.
Ancora una volta lo Stato non condanna se stesso.

Ascolta l’intervista rilasciata a Blackout dall’avvocato Laura Tartarini


Current track
TITLE
ARTIST