Kurdi

Ieri il comando generale delle Forze Democratiche Siriane (SDF), coalizione curdo-araba appoggiata dagli Stati Uniti, ha lanciato la grande operazione di riconquista della città di Raqqa, la cosiddetta capitale dell’autoproclamato Stato Islamico, una città assediata dall’interno da quattro anni, che ha visto dimezzata la propria popolazione. Nei giorni scorsi erano stati liberati dalle Forze Democratiche […]

Erdogan ha vinto il referendum costituzionale del 16 aprile. Il si ha prevalso sul no di stretta misura, il 51,3 contro il 48,7. Secondo la Rete dei giornalisti indipendenti, la BIA-NET, al voto si sono recati circa l’84% degli aventi diritto. Sin dalle prime ore l’opposizione ha denunciato brogli e irregolarità: video che mostrano schede […]

La battaglia di Mosul si sta rivelando più veloce è semplice del previsto. Molte fonti informative riportano un abbandono massiccio dei combattenti dello Stato Islamico dal terreno di scontro. Certo, nella guerra la prima vittima è un’informazione trasparente ed è inoltre difficile oggi dire  con certezza se (l’apparente?) silenzio delle prime ore corrisponderà ad una […]

Sismi potenziali, ristrutturazioni, progetti di aeroporti, destinazioni d’uso che mutano senza tenere conto della storia talvolta millenaria dei luoghi e senza considerare il genius loci delle città kurde, di cui sono depositari gli abitanti di quelle case e di quelle vestigia, sono i pretesti subdoli che Erdogan sta utilizzando per completare la pulizia etnica perpetrata […]

Non c’è stata alcuna notizia per i molti giorni in cui lo stillicidio dei carri armati che cingono d’assedio i quartieri di Cizre hanno tenuto intrappolati in cantina decine di kurdi, durante le operazioni militari autorizzate da Erdogan il giorno dopo le elezioni, che danno mandato di vita e di morte sui civili del Bakur, il Sudest della […]

A due settimane dalle elezioni presidenziali, con cui Erdogan tenterà di formare (dopo il fallimento primaverile) un nuovo governo che lo riconfermi possibilmente come Presidente della Repubblica, la Turchia sembra essere percorsa da una strana attesa, una specie di calma sospesa pronta a ri-esplodere dopo il nuovo responso delle urne. Mentre i media di casa […]

Ogni anno la ricorrenza del capodanno kurdo, che coincide con l’equinozio di primavera è travagliato per le persecuzioni portate dal governo turco, gli impedimenti, le cariche, gli arresti durante le feste… quest’anno la ricorrenza ha un valore ancora maggiore dopo la forte impressione della resistenza Ypg e Gpj contro il Daesh e la vittoria di […]

Da quando ISIS ha tentato di occupare Kobanî, i media e gli attori politici mondiali hanno prestato maggiore attenzione agli sviluppi sociali, politici e militari nel Rojava. È accaduto grazie alla mobilitazione internazionale per Kobanî e al sostegno alle YPG (Unità di difesa del popolo) e alle YPJ (Unità di difesa delle donne) contro l’organizzazione […]

Questa mattina abbiamo intervistato Francesco dall’aeroporto di Istanbul, in attesa di rientrare in Italia insieme a una delegazione di compagni/e romani dopo una permanenza di alcuni giorni a Suruc, al confine turco-siriano, per portare la solidarietà alla Resistenza di Kobane e della regione autonoma curda del Rojava. Ci ha descritto la situazione degli ultimi giorni, […]

“Fare una rivoluzione di donne per noi è fare una rivoluzione sociale, lottare per l’identità è lottare per la libertà”. Con questo video abbiamo introdotto la diretta con Rojin T., presidente dell’Uiki e membro della commisione affari esteri del congresso nazionale del kurdistan KNK, perché ciò che ci pareva doveroso approfondire è il ruolo della […]

Lunedì 16 giugno a Torino, alle ore 17, ci sarà un presidio corteo indetto dall’associazione interculturale Med di Torino che partirà da piazza castello e con coperchi di pentole, fischietti, campanacci etc… si muoverà rumorosamente su via Garibaldi per diffondere le questioni del comunicato “Rompiamo il silenzio” che trovate qui di seguito: “Il 6 giugno […]

Forse quest’anno il Newroz, il capodanno kurdo (che coincide con la primavera, come per molte genti di quell’area geografica) annuncia nuove prospettive: l’altroieri la Corte di Strasburgo ha condanato la Turchia di Erdogan per la violazione dell’articolo 3 della Convenzione europea dei diritti umani che sancisce il rifiuto della tortura e dei trattamenti degradanti subiti […]


Current track
TITLE
ARTIST