L’informazione di Blackout

Pagina:3

I prodotti che raccolgono sui campi finiscono nei mercati rionali, nei piccoli fruttivendoli di quartiere e sempre di più nei punti vendita della grande distribuzione organizzata (gdo). Costano poco, a volte pochissimo. Un mazzetto di ravanelli non arriva a un euro. Lo stesso vale per le zucchine o per l’anguria, pagata pochi centesimi al chilo. […]

Il prossimo 30 novembre il Centro Accoglienza Straordinaria (CAS) per rifugiati e richiedenti asilo di via Corelli, in Milano, sarà chiuso e trasformato in un centro d’espulsione per immigrati “irregolari”. Con questa decisione il governo di Lega e Cinque Stelle vuole marcare, innanzitutto simbolica-mente, la propria differenza rispetto all’approccio del governo precedente, che del “modello […]

Il governo Lega – 5 stelle si appresta a rendere legge il Decreto Salvini, che oltre ai provvedimenti razzisti contiene misure repressive contro gli occupanti di case, i lavoratori e le pratiche di lotta dei movimenti sociali e ambientalisti, che i 5 stelle sostenevano di rappresentare o poi hanno tradito o stanno tradendo. Il corteo […]

La fissazione giallo-bruna per il mondo migrante non è l’unico obiettivo del delirio repressivo compreso nel decreto che porta il nome dell’attuale ministro dell’interno, un testo peggiorativo persino rispetto al Codice Rocco. Chi lotta dovrà misurarsi con limitazioni sempre più restrittive e una repressione più dura. Così, ora, occupare una casa significa rischiare fino a quattro […]

Moltissime le ipotesi e gli scenari immaginati dopo il rapimento di Silvia Romano – tralasciamo i social italiani e la ferocia becera e molto gretta che applicano nella difesa del loro presunto benessere –, in seguito al quale gli invasati dal populismo si sono scatenati di nuovo contro l’impegno di ong e anche della cooperazione, […]

Oltre 2500 persone partite con la prima carovana migrante sono arrivate in questi giorni a Tijuana, città messicana al confine con gli Stati Uniti. Qui una lunga barriera sul mare e i Marines schierati sul versante USA li separano dalla meta finale, dopo settimane di viaggio attraverso l’America centrale e diverse frontiere. La carovana iniziale […]

La Trans Freedom March dell’altro ieri a Torino si inseriva nelle celebrazioni del TDoR (Trasgender Day of Remeberance), giornata internazionale per le vittime della transfobia, che cade il 20 novembre di ogni anno. Quest’anno il movimento lgbt è chiamato anche a resistere agli attacchi del nuovo ministro leghista della Famiglia, Lorenzo Fontana, di vedute non […]

Dall’assemblea nazionale contro le grandi opere inutili e imposte di Venaus sono arrivati messaggi chiari contro il governo e in particolare contro l’opportunismo  dei Cinquestelle, che si sono fatti eleggere su determinate lotte ambientali per poi fare marcia indietro. Per quanto riguarda l’8 dicembre a Torino, sarà importante dare alla manifestazione anche un connotato classista: […]

Ieri gli spazi dell’ex moi si sono aperti per una festa musicale, per ricordare a tutti/e che quel luogo con tutti i suoi problemi è l’unica risorsa per centinaia di persone che ora devono fare i conti con gli effetti del Decreto Salvini. Ascolta l’intervista a Niccolò, con anche le valutazioni su tempi e modalità […]

Giovedi 22 novembre è previsto il passaggio alla Camera del Decreto Salvini: dopo la prevedibile approvazione si tratterà di vedere come verrà applicato nella pratica, se ci saranno interpretazioni diverse da una questura all’altra, e quali sono gli spazi di mobilitazione da parte di associazioni e giuristi per contrastarne gli effetti. Ascolta il nuovo aggiornamento […]

Mentre la politica glissa ancora sulla questione Muos, l’avvocatura di stato continua a costituirsi parte civile in ogni possibile procedimento amministrativo e penale contro il movimento NoMuos che si prepara a scendere di nuovo in piazza al fianco dei NoTav e in Sicilia. Ripercorriamo con Fabio gli ultimi sviluppi attorno alla base di Niscemi.   […]

Assistiamo all’odierna odissea dei Rohingya, che da secoli si vedono spostare confini nazionali attorno alla loro regione, facendoli divenire volta a volta sudditi di sua maestà britannica e dell’imperatore nipponico, alla mercé dei militari del Myanmar o delle dinastie indiane, di commercianti arabi o affaristi portoghesi (come leggiamo dalla riflessione su di loro pubblicata da […]


Current track
TITLE
ARTIST