crisi

Pagina:3

A partire da questa sera (h 19.30, presidio antifascista in piazza Tricolore) parte la 5 giorni No Expo, contro-kermesse della più inutile e sprecona “grande esposizione” dell’odierno capitalismo a scala globale. Si assisterà alla contraddizione in fieri di una mostra che si pretende a vocazione ambientale e attenta alla sostenibilità del cibo mentre per la […]

L’uccisione di Freddie Gray, giovane afroamericano morto una settimana dopo l’arresto con la spina dorsale spezzata per le botte ricevute dalla polizia di Baltimora – ultimo di una lunga serie di omicidi di coloured per mano dei vari Police Departements a stelle e strisce – sta diventando un serio grattacapo politico per un Obama che […]

Malgrado le cronache “economiche” estremamente negative di questi giorni – che possiamo leggere sui quotidiani nostrani sempre più neoliberisti e allineati all’austerity e che riguardano il neo governo di Syriza alle prese con “i ricatti e i rimproveri” dell’Eurogruppo – la situazione della Grecia all’interno delle pressioni rigoriste da parte delle istituzioni europee non è […]

Dalla vittoria elettorale di Syriza consumatasi una decina di giorni fa, non è passato giorno senza che i governanti dell’Unione Europea non esprimessero terrore misto a fastidio nei confronti di chi ha osato disubbidire ai diktat dell’austerity e dell’impoverimento che ne consegue. I media commerciali e di stato (spesso le due tipologie sono fuse insime), […]

Quanto sta avvenendo in Grecia, col nuovo corso politico inaugurato da Syriza dopo la vittoria elettorale, agita interessi, speranze e preoccupazioni nell’Europa attraversata dalla crisi. Sincere speranze per gli elettori delusi da una sinistra radicale frammentata e scarsa di proposte e facce nuove (in Italia e non solo), improbabili tentativi di palingenesi per un ceto politico […]

              Una nuova tappa della lotta per casa, reddito e dignità ha preso corpo ieri a Bologna, con l’occupazione di un immenso stabile in via Fioravanti 27, nel cuore del quartiere popolare della Bolognina. Un edificio che darà un tetto a 280 persone, appartenenti a 76 nuclei familiari che […]

In questi giorni il dibattito politico istituzionale è incentrato sull’approvazione della Legge di Stabilità. Non manca una certa confusione per quanto concerne le singole voci di spesa. Eppure, dalle prime indicazioni sembra emergere forte e chiaro un dato politico: la scure torna ad abbattersi. Sembra essere confermata l’assunzione di 150mila precari prevista dal recente piano […]

In un editoriale apparso oggi sul Corriere della Sera (L’Italia troppo filorussa), l’assidua firma del quotidiano, noto politologo e celebrato docente all’Università di Bologna Angelo Panebianco rispolvera uno dei suoi cavalli di battaglia: l’Italia è troppo poco occidentalista e dimentica del proprio destino manifesto, l’alleanza storico-politica con gli Stati Uniti d’America. A partire dalla lettura […]

Giovedì 2 ottobre si terrà a Napoli un vertice del direttivo della Banca Centrale Europea (Bce). Mario Draghi e i vari presidenti delle banche centrali europee si danno appuntamento a Capodimonte (Napoli) per un vertice dai toni più che paradossali. In un territorio simbolo di povertà, esclusione e precarietà i fautori dell’austerity si riuniscono per […]

In Italia ci sono 10.048.000 di persone che vivono in condizioni di povertà relativa, pari al 16,6% della popolazione. Tra questi oltre 6 milioni (6.020.000) sono poveri assoluti, cioè non riescono ad acquistare beni e servizi per una vita almeno dignitosa (9,9%). È quanto ha rivelato l’Istat nel report sulla povertà in Italia. Nel 2012 […]

Dopo alcune incertezze arriva conferma dell’intenzione di cambiare la data del vertice sulla disoccupazione giovanile (si parla di novembre) e forse anche la città in cui si terrà. La decisione sembra essere stata caldeggiata da parte italiana nell’incontro tra Renzi e il presidente del consiglio europeo Van Rompuy. Nelle dichiarazioni di politici e giornalisti si […]

Come è stato da qualcuno sottolineato (pochi nel mainstream) il tratto comune di queste elezioni europee è stato, paradossalmente, di essere state molto poco europee e di aver piuttosto rappresentato le difficoltà e l’ostilità della maggiornaza dei/lle cittadin* dei diversi stati membri verso il progetto dell’Unione, identificato soprattutto a livello di massa come progetto calato […]


Current track
TITLE
ARTIST